09 settembre 2019

Scegliere la lettiera per il gatto

Scegliere la lettiera per il gatto

Affinché il gatto si senta a suo agio con l'utilizzo della toilette per gatti e la accetti, è necessario disporre dell'attrezzatura di base della lettiera. Con questo articolo imparerai qualcosa in più sui diversi tipi di lettiere per gatti, i loro punti di forza e gli aspetti critici.

Perché scegliere la lettiera per il gatto è importante?

Per prima cosa è fondamentale capire perché scegliere la lettiera sia effettivamente una questione rilevante. Se vive all’aria aperta, il gatto scava con le zampe una sorta di pozzetto nella terra o nella sabbia, si accovaccia su questa cavità per fare i suoi bisogni, quindi annusa le deiezioni per poi seppellirle. La lettiera incoraggia questo comportamento naturale: infatti ha la consistenza adatta affinché il gatto possa scavare e seppellire le sue deiezioni.

Le caratteristiche principali delle lettiere

Lettiere minerali - non agglomeranti

La lettiera in silicio non agglomerante è il primo tipo di lettiera comparsa in commercio molti anni fa, la prima volta nel 1947: fino ad allora per lo più si utilizzava la sabbia come prima versione. Questo tipo di lettiera, a base minerale, è composto appunto da minerali argillosi: è caratterizzato dal fatto che assorbe bene i liquidi, anche se l'urina rimane nella toilette insieme ai granuli sabbiosi e solo le feci del gatto possono essere rimosse. Quindi questo tipo di lettiera deve essere cambiato frequentemente. Un altro problema della lettiera minerale è che si crea un po’ di polvere, quando il gatto scava con le zampe. Proprio la polvere può costituire un problema per i gatti delicati con problemi respiratori. In questo caso è importante acquistare un prodotto a basso residuo di polvere.

Vantaggi

  • Materiale simile a sabbia o terra
  • Assorbe l’umidità
  • Facile da reperire

Svantaggi

  • Crea polvere
  • È necessario cambiarla spesso

Lettiere minerali – agglomeranti

Le classiche lettiere agglomeranti sono costituite anch’esse da lettiera minerale. Viene utilizzata la bentonite, un tipo di materiale argilloso che si scioglie a contatto con i liquidi. In questo modo l’urina del gatto viene inglobata e può essere rimossa con la paletta. La toilette emana meno odore perché si possono facilmente rimuovere di volta in volta le parti di lettiera utilizzate.

Esistono diverse consistenze e tipologie di lettiera agglomerante, in commercio, con granulometrie diverse, ad esempio, o con l'aggiunta di carbone attivo o profumi. La lettiera può essere utilizzata più a lungo, fino a quando non è necessario un cambio completo: tuttavia, anche in questo caso vi è presenza di polvere, il che può portare a problemi respiratori nei gatti sensibili. In questo caso è necessario, al momento dell'acquisto, fare attenzione così da scegliere un prodotto a basso residuo di polvere.

Vantaggi

  • Materiale simile a sabbia o terra
  • Assorbe l’umidità
  • Si agglomera a contatto con l’urina
  • Le parti agglomerate possono essere rimosse
  • Minore presenza di odori
  • Economica in termini di consumo
  • Facile da reperire

Svantaggi

  • Crea polvere
  • Se di scarsa qualità, può incollarsi al fondo della toilette
Scegliere la lettiera per il gatto

Lettiere al silicio

Il componente base delle lettiere al silicio è il gel di silicio, materiale per altro contenuto anche all’interno di quei piccoli sacchetti che troviamo quando ci vengono spediti apparecchi elettronici o simili, al fine di proteggere la merce dall'umidità. Questo perché il gel al silicio assorbe l’umidità e quindi anche le lettiere di silicato assorbono bene il liquido.

La sua particolarità è la seguente: le sostanze ad alta intensità di odore vengono assorbite, ma il liquido può nuovamente evaporare. Pertanto, la lettiera per gatti rimane asciutta e non ha odore, anche se l'urina rimane nella lettiera, non potendo essere rimossa. Rispetto alle lettiere minerali, quella di silicio rilascia un basso contenuto di polvere. Tuttavia, molti gatti hanno bisogno di un po’ di tempo per abituarsi a questa consistenza insolita. Le perle sono piuttosto dure e quando raschiano producono un fruscio insolito. Poiché i gatti in natura preferiscono superfici come sabbia o terra per fare i loro bisogni, questo tipo di sabbiera va incontro solo in parte alle preferenze naturali del gatto, quindi non è ben accetta da tutti.

Vantaggi

  • Produce poca polvere
  • Vantaggiosa in termini di consumo
  • Buon assorbimento degli odori
  • Peso non elevato

Svantaggi

  • Produce un fruscio sgradevole
  • Consistenza non sempre gradita

Lettiere vegetali

Le lettiere vegetali sono la variante di lettiera per gatti più rispettosa dell'ambiente in assoluto in quanto ottenuta da risorse rinnovabili. Vengono utilizzati materiali naturali come fibre vegetali, legno o chicchi di mais. La lettiera vegetale è biodegradabile e compostabile. Molte varietà possono anche essere facilmente smaltite attraverso il WC, poiché si dissolvono come carta igienica nell'acqua e non causano problemi all'impianto di trattamento delle acque reflue. La lettiera per gatti a base vegetale è disponibile in versione agglomerante o non agglomerante assorbente. Poiché i rifiuti vegetali spesso sono costituiti da residui industriali, possono contenere additivi come la colla.

Vantaggi

  • Biodegradabile
  • Compostabile
  • Blocca gli odori
  • Produce poca polvere
  • Spesso può essere smaltita nel WC

Svantaggi

  • Può contenere colla o altri additivi

Alla fine, decide il gatto!

Come proprietario di un gatto puoi avere le tue preferenze in fatto di lettiere, ma alla fine è il gatto che decide se accettare una lettiera per potersi sentire a proprio agio con essa.

Un utile accessorio

Affinché la lettiera possa rimanere sempre pulita, hai bisogno di una paletta igienica. Per scegliere quella giusta devi considerare le dimensioni dei sassolini della sabbiera, che non devono poter passare attraverso le fessure e i buchi della paletta. Nel nostro negozio per animali trovi un’ampia scelta di palette igieniche. Per tenere lontani gli odori esistono anche pratici sistemi di smaltimento per la lettiera. In questo modo si elimina la fastidiosa rimozione giornaliera delle feci dalla lettiera, senza che questa risulti avere un odore sgradevole. Per combattere i cattivi odori esistono anche diversi deodoranti per lettiera, che vanno appunto mischiati alla lettiera per gatti.

Articoli più letti

30 nomi di gatti per il 2018

Hai deciso di adottare un gatto come animale domestico? Non possiamo non farti i nostri migliori auguri per questa splendida decisione. I gatti sono delle creature meravigliose e piacevolissimi animali da compagnia. Se non sai ancora come chiamarlo e hai bisogno di un po' di ispirazione ecco alcune idee e consigli preziosi.

Far dormire il gatto nel letto

Gatti, divano e coccole rappresentano l'abbinamento perfetto per tutti gli amanti dei gatti, tra i quali è diffuso lasciar dormire l'amato felino domestico nel proprio letto. I pareri si dividono tra chi è favorevole e chi contrario a far dormire il gatto nel letto. Nel testo che segue ti mostriamo i pro e i contro per aiutarti a capire quale delle due posizioni sposare e decidere se far dormire o meno il gatto nel letto con te.

I segnali che dimostrano che il mio gatto mi vuole bene

Con il loro carattere tendenzialmente lunatico e misterioso tutti i gatti dimostrano, seppure in modi diversi, quanto amano il loro padrone. Qualche volta glielo lasciano intendere in modo più sottile di quanto normalmente non facciano i cani. Chi conosce bene i gatti riesce a riconoscere inequivocabilmente le loro dimostrazioni d'affetto. Più ti fiderai del tuo istinto, come del resto fa il gatto, maggiormente vedrai e percepirai quanto il tuo amato gatto ti voglia bene a sua volta.