07 agosto 2018

Come far convivere gatti e roditori

coniglio e gatto

Se ami i gatti, probabilmente ami tutti gli animali: non a caso chi ama gli animali ha raramente un solo amico a quattrozampe in casa! Se già la convivenza tra un cane e un gatto o tra due gatti risulta complicata, puoi immaginare la preoccupazione di un padrone quando gli si chiede se i gatti e i piccoli animali possono andare d'accordo.

Innanzitutto non c’è da aver paura perché la convivenza tra gatti e altri piccoli animali, come cavie, criceti o persino uccelli non è impossibile! Molti padroni raccontano addirittura che i diversi animali possono diventare ottimi amici e accettarsi reciprocamente! Quindi niente può impedirti di avere altri animali in famiglia! O forse nel tuo caso è il contrario: conigli, cavie, cincillà o canarini sono già una componente della tua famiglia e vuoi adottare uno o due gatti?

Gatti e roditori possono diventare migliori amici?

Molti video su internet mostrano scene divertenti in cui pappagalli e gatti giocano insieme a palla o in cui il coniglio si lascia pulire accuratamente dal gatto. Questi video aumentano la speranza che gatti e piccoli animali possano diventare migliori amici o almeno compagni di gioco. Ma è vero?

Se desideri avere in casa gatti e piccoli animali è molto importante essere realistici. Amicizie fantastiche fra animali di diverse specie sono bellissime e in effetti esistono, ma sono rare. Se i tuoi animali riuscissero a diventare migliori amici, potresti dire di aver vinto alla lotteria! Tuttavia non dovresti dare per scontato che il tuo gatto veda i roditori come membri della famiglia e che i piccoli animali temano il gatto come predatore. Anche se i nostri gatti condividono con noi casa e giardino da secoli, questo è quello che sono: predatori. A causa della loro taglia, i gatti cacciano prede di taglia più piccola, rispetto a quelle cacciate da puma, tigri e leoni. Questo non significa che, se le sue prede naturali sono i topi o gli uccellini, non possa ferire mortalmente conigli o cavie più grandi. Può ovviamente succedere anche il contrario (un morso di coniglio è molto doloroso) ma nella maggior parte dei casi il gatto predatore è l’aggressore e il piccolo animale la sua potenziale preda. Non importa quanto il tuo gatto sia fidato: gli animali si fidano in primis del loro istinto e non saprai mai se questo prenderà il sopravvento.

La sicurezza prima di tutto

Questi sono i fatti…. Che però non impediscono a gatti e piccoli animali di convivere. Ti chiedi come? Pensa un attimo all'ambiente in cui vivi, al campo d’azione del gatto e all'habitat dei tuoi piccoli animali e tutto sarà chiaro: il tuo gatto probabilmente non rimarrà da solo con le potenziali piccole prede. La maggior parte dei piccoli animali passa gran parte della giornata in gabbia. Conigli e cavie spesso passano del tempo fuori dalla gabbia: in questi momenti il gatto dovrebbe essere allontanato.

Il motivo è semplice: la sicurezza viene prima di tutto e prevenire gli inconvenienti è alla base della convivenza fra gatti e piccoli animali.

Accettarsi

Se in casa convivono diversi tipi di animali è importante che si accettino reciprocamente. Il tuo gatto non dovrebbe vedere il piccolo animale come preda ed è utile che quest’ultimo non abbia troppo timore del felino. Sei l’esempio più importante per il tuo gatto: comportati in modo rispettoso con il tuo roditore.

La peggiore delle situazioni sarebbe trovare la coda del topo spuntare dalla bocca del gatto – ma dato che stai leggendo quest’articolo, appartieni sicuramente a quei padroni di gatti responsabili, che non prenderebbero mai in considerazione una cosa simile.

Lascia che il gatto ti osservi mentre pulisci la gabbia del tuo piccolo animale, mentre gli dai da mangiare e lo accarezzi. Sicuramente non bisogna creare nessuna rivalità! Puoi anche tenere in braccio il gatto davanti alla gabbia o al recinto per il coniglio, cavia, cincillà o criceto, accarezzarlo e coccolarlo. Non spaventarti se il gatto osserva ogni movimento del piccolo animale. Le gabbie così come gli acquari sono una vera delizia per gli occhi dei gatti, che amano seguire e contemplarne ogni movimento al loro interno! Non ha nulla a che fare con l'istinto di caccia.

La base per una buona amicizia tra gatti e roditori

Se ti sei messo in testa che gatti e piccoli animali non possano solo vivere nella stessa casa, ma che addirittura possano anche diventare migliori amici, avrai bisogno di tempo per raggiungere il tuo scopo. Se vuoi superare le differenze fra specie e porre le basi per una buona amicizia, dovrai tenere in considerazione le loro caratteristiche. Mettere insieme animali di giovane età è un più, perché hanno un bagaglio di esperienze limitato, e un gatto giovane, che non ha mai cacciato o mangiato animali vivi in vita sua, accetterà con maggiori probabilità un coniglio come amico rispetto a un gatto adulto vissuto in strada, che per anni ha dovuto procacciarsi il cibo da solo, cibandosi quindi di topi e uccelli.

Il carattere del tuo gatto, potenzialmente forte e aggressivo, dovrebbe quindi essere mitigato per una convivenza pacifica con un animale piccolo e debole. Per gatti dal temperamento forte c’è più probabilità che il piccolo animale venga visto come una preda e che capitino incidenti indesiderati con più frequenza.

Anche la taglia degli animali dovrebbe essere equilibrata. Un topo, a causa della sua piccola taglia, è un compagno potenzialmente errato per un gatto e lo stesso vale per un canarino. Un coniglio ariete grande potrebbe superare il peso medio di un gatto domestico e non sarebbe quindi visto propriamente come preda.

Tuttavia anche qui è richiesta attenzione, perché nessuno può garantire che l’istinto di caccia del gatto possa un’altra volta prendere il sopravvento e un'unghiata potrebbe seriamente ferire anche un coniglio di taglia grande!

gatto e porcellino d'india

La convivenza

Quando si parla di convivenza fra gatti e piccoli animali, il risultato che ci si aspetta è ben diverso dalla semplice abitudine di due gatti a stare insieme. Si vuole creare accettazione e trasmettere al gatto che il piccolo animale non deve essere visto come una potenziale preda. È anche vero che il piccolo animale però si trova sempre in gabbia o nelle vicinanze dell’uomo. Una pettorina per gatti potrebbe aiutare, ma non è comunque una garanzia per evitare ferite o aggressioni ai danni del roditore.

Idealmente come dovrebbe avvenire l’accettazione dell’altro animale?

Come anche nella convivenza fra due gatti, è necessario far inizialmente abituare i due animali ai loro odori. Puoi strofinare entrambi con piccole coperte o asciugamani e mettere questi nel raggio d’azione dell’altro animale. L’asciugamano con cui hai strofinato il piccolo animale può essere messo, per esempio, in un posto vicino ai cuscini del gatto e viceversa. In questo modo gli animali si abitueranno piano piano l’uno all’odore dell’altro. Per i piccoli animali probabilmente l’odore del predatore sarà uno shock: non costringerlo quindi ad avvicinarsi a tutti i costi all’asciugamano!

Dopo potrai avvicinare gli animali oltre il confine della gabbia. Come si comporta il gatto, quando si trova nelle vicinanze della gabbia del piccolo animale? Si prepara a saltare o cerca di raggiungere la potenziale preda con le zampe attraverso le sbarre? O ancora, rimane seduto e osserva tranquillamente l’altro animale?

Eventuali aggressioni o eventi che mostrano che l’istinto del predatore ha preso il sopravvento dovrebbero indurre a posticipare il contatto diretto fra i due animali.

Naturalmente, puoi continuare a integrare i due animali nella tua famiglia! Dovrai però cercare di evitare il contatto fra il gatto e il roditore. Lascia il piccolo animale nella gabbia quando il gatto è presente e chiudi la porta quando non ci sei.

Forse invece è andato tutto bene, il gatto ha osservato il piccolo animale e non ha mostrato alcun atteggiamento aggressivo? Allora è il momento di passare al contatto diretto. Ti preghiamo di essere estremamente cauto in modo da evitare incidenti! Infine ricorda che stai mettendo in contatto due animali che in natura erano preda e cacciatore.

Come già accennato, il gatto ha un potenziale aggressivo. Il piccolo, e di conseguenza debole, animale deve sempre avere la possibilità di tirarsi indietro: non tenerlo stretto e dagli la possibilità di scappare in ogni momento.

Lasciare la tua cavia nella gabbia aperta mentre il gatto si può muovere liberamente, per esempio, non è una buona idea. Il gatto potrebbe velocemente accerchiare il piccolo roditore, senza dargli alcuna possibilità di fuga. Questo causa stress al piccolo animale e fomenta l’istinto alla caccia del gatto.

Una migliore possibilità potrebbe essere tenere il gatto fermo, mentre il piccolo animale può muoversi liberamente per la stanza. Potrebbe essere anche d’aiuto una seconda persona. Se il tuo gatto è abituato alla pettorina e al guinzaglio, puoi usarli per il loro primo contatto. In questo modo puoi sempre tirarlo a te se l’istinto di caccia prende il sopravvento! Dai tempo al tuo animale, sii calmo e agisci in fretta in caso di emergenza. Osserva con attenzione il suo comportamento: cosa fa il gatto, che cosa suggerisce il linguaggio del corpo? Le pupille si dilatano e inizia a fare gli agguati o a preparare un salto? Allora l'esperimento deve terminare subito. Forse invece si avvicina al piccolo animale ma con attenzione e lo annusa piano piano? Tieni sott'occhio il piccolo animale. Ha paura, si raggomitola o cerca di scappare? Non farlo stressare ulteriormente, ma consentigli di tornare indietro. Forse invece è anche lui curioso nei confronti del gatto?

gatto e gerbillo

E dopo il primo contatto?

Se il primo contatto è andato a buon fine allora la domanda che ti devi porre è: quali sono le fasi successive? Se gatto e piccolo animale si annusano pacificamente allora è un buon inizio, ma non una garanzia di successo.

Sotto il tuo controllo ripeti i primi passi del contatto più volte, finché i due animali non si sono veramente abituati l'uno all'altro.

Non lasciarli mai soli, nemmeno se si tratta di animali con stesso peso e taglia! Gli animali agiscono d’istinto e si può incappare in incidenti, che come risultato possono portare a gravi ferite…

Non forzare le cose

Non bisogna essere delusi se non si arriva a una grande amicizia oltrepassando il limite della specie. Una vera amicizia tra animali diversi è improbabile e finché i tuoi animali si accettano fra loro, il gatto non cerca di aprire la gabbia della cavia e il tuo criceto non finisce in pieno panico, bisogna cosiderarlo un successo!

E se comunque non funziona? Se a livello organizzativo non è possibile mantenere i due animali separati o se addirittura ci sono incidenti continui, è arrivato il tempo di prendere una decisione. Sii giusto con i tuoi animali e con te stesso e cerca le diverse alternative. Queste potrebbero essere una casa più grande con un recinto esterno per roditori, uno spazio aperto e maggiore svago per il tuo gatto o la ricerca di una nuova famiglia per uno dei due.

Auguriamo a te e ai tuoi animali tutto il meglio!

Articoli più letti

30 nomi di gatti per il 2018

Hai deciso di adottare un gatto come animale domestico? Non possiamo non farti i nostri migliori auguri per questa splendida decisione. I gatti sono delle creature meravigliose e piacevolissimi animali da compagnia. Se non sai ancora come chiamarlo e hai bisogno di un po' di ispirazione ecco alcune idee e consigli preziosi.

Far dormire il gatto nel letto

Gatti, divano e coccole rappresentano l'abbinamento perfetto per tutti gli amanti dei gatti, tra i quali è diffuso lasciar dormire l'amato felino domestico nel proprio letto. I pareri si dividono tra chi è favorevole e chi contrario a far dormire il gatto nel letto. Nel testo che segue ti mostriamo i pro e i contro per aiutarti a capire quale delle due posizioni sposare e decidere se far dormire o meno il gatto nel letto con te.

I segnali che dimostrano che il mio gatto mi vuole bene

Con il loro carattere tendenzialmente lunatico e misterioso tutti i gatti dimostrano, seppure in modi diversi, quanto amano il loro padrone. Qualche volta glielo lasciano intendere in modo più sottile di quanto normalmente non facciano i cani. Chi conosce bene i gatti riesce a riconoscere inequivocabilmente le loro dimostrazioni d'affetto. Più ti fiderai del tuo istinto, come del resto fa il gatto, maggiormente vedrai e percepirai quanto il tuo amato gatto ti voglia bene a sua volta.