04 gennaio 2018 - Aggiornato il 18 aprile 2019

Proteggere il cane dal sole

proteggere il cane dal sole

Finalmente è arrivata l’estate e le passeggiate con il cane sono ancora più divertenti! Ma mentre ti godi il sole protetto dalla crema solare, dal cappellino e dagli occhiali da sole, i cani sono esposti ai raggi solari senza alcuna difesa e la loro pelle è molto sensibile a quelli UVA e UVB. 

I pericoli

I raggi del sole senz’altro mettono di buon umore, ma possono anche essere molto dannosi, provocando scottature, invecchiamento precoce della pelle e aumentando il rischio di cancro. Questo non vale soltanto per gli esseri umani, ma anche per gli animali: i cani con il pelo chiaro o sottile e la pelle sensibile, così come quelli con il tartufo rosa sono quelli maggiormente a rischio. Tuttavia il pericolo sussiste anche per i cani con il pelo più folto o più scuro, perché anche per loro la zona del naso resta non protetta e sulle orecchie il pelo è meno fitto, non offrendo così alla pelle una protezione efficace dal sole.

Come proteggere il cane dal sole

Tenere il cane tutta l’estate all’ombra non è una soluzione, quindi occorre proteggerlo adeguatamente dal sole. Vediamo come si può fare. 

1. la zona sensibile delle orecchie va protetta con una crema solare di qualità, con filtro solare 25. Assicurati che la crema utilizzata non contenga coloranti, conservanti e profumazioni che possono provocare allergie! 

2. la crema solare non va applicata sulla zona del tartufo, decisamente molto sensibile, ma è necessario che questa parte del corpo non venga esposta al sole e conviene quindi sfruttare la penombra del mattino e della sera per fare lunghe passeggiate con il cane! 

Tu e il tuo animale state per partire in vacanza in una località calda e soleggiata? Scopri i nostri consigli su come viaggiare in aereo con il cane.

Articoli più letti

Vaccinare il cane: ecco cosa c’è da sapere

Non c'è dubbio: i vaccini proteggono il tuo cane da malattie infettive che possono rivelarsi letali. Ma quali sono i vaccini essenziali a cui sottoporre assolutamente il proprio cane? In cosa consiste l'immunizzazione primaria dei cuccioli e quanto spesso bisogna effettuare il richiamo per salvaguardare il cane a lungo termine?

La tosse del cane

Proprio come per l'uomo, la tosse del cane non è una patologia in sé, ma il sintomo di una patologia dell’apparato respiratorio o di altri organi. La tosse del cane può essere anche un riflesso difensivo del corpo, che cerca di espellere dei corpi estranei o altre sostanze irritanti.  A volte la tosse può essere confusa con altri sintomi. Magari il cane sta cercando di vomitare o rigurgitare, ha uno starnuto inverso, si sta strozzando con un boccone oppure ansima in modo pesante. La tosse si distingue in due tipologie: la tosse secca, senza produzione di espettorato (tosse non produttiva), e tosse grassa, con produzione di espettorato (tosse produttiva). Entrambe le tipologie possono avere carattere acuto o cronico.