04 gennaio 2018 - Aggiornato il 19 ottobre 2018

La spazzola adatta per ogni tipo di pelo

La spazzola adatta per ogni tipo di pelo

Pelo lungo, corto, riccioli o pelo ispido...

A qualunque razza appartenga il tuo cane, né lui né tu potrete sottrarvi alla cura regolare del pelo. Per ottenere un buon risultato, hai bisogno dello slanatore e dei pettini giusti e la scelta dipende dal tipo di pelo del tuo pet. Sostanzialmente si distinguono i seguenti tipi di pelo: corto, medio, lungo, ispido, lanoso e crespo...

Nella vasta gamma di prodotti per animali FURminator troverai la spazzola ideale per il tuo cane o per il tuo gatto.

Pelo corto e liscio

Chi ha un cane con questo tipo di pelo (per esempio il Dobermann) è fortunato perché è molto semplice prendersene cura. Occorre soltanto spazzolare il pelo una volta la settimana con una spazzola o con un guanto con rivestimento in gomma, prima in contropelo, poi nella direzione di crescita del pelo.

Pelo corto e ispido

I bassotti dal pelo ispido e i Foxterrier sono esempi noti di questo tipo di pelo. Per domarlo avrai bisogno di un cardatore, con cui spazzolerai il pelo striscia per striscia, prima in contropelo e poi nella direzione di crescita del pelo.

Se hai un bassotto, sul nostro negozio per animali troverai a prezzo conveniente Royal Canin Dachshund, cibo della linea Breed studiato per le caratteristiche di questa razza.

Pelo doppio corto

Si definisce pelo doppio il pelo che in superficie appare liscio, ma che nasconde un folto sottopelo. Il Labrador e il Rottweiler sono tipici esempi di cani con questo tipo di pelo. Affinché il sottopelo non si infeltrisca, cura sempre il pelo con un cardatore, partendo da aree piccole. Suddividi il pelo con la mano in modo tale da vedere la pelle e spazzola i peli crespi verso l’esterno. Infine spazzola il pelo soprastante nella direzione di crescita del pelo. La procedura va ripetuta almeno due volte la settimana. La frequenza va aumentata in primavera e in autunno.

Pelo doppio medio e lungo

Vale quanto detto per il pelo doppio corto, ma per queste lunghezze il sottopelo è molto più folto (per esempio il Chow Chow o l’Afgano). Tratta il manto ciuffo dopo ciuffo, spazzolando prima con il cardatore in contropelo e poi con un pettine a rastrello nella direzione di crescita del pelo.

Per garantire una salute completa del pelo, potrai somministrare al tuo cane un integratore specifico per cute e manto: l'olio di salmone è particolarmente consigliato per queste esigenze, grazie agli acidi grassi contenuti.

Pelo riccio

Il barboncino e i suoi affini hanno un bel pelo riccio. Perché rimanga tale, dovrai spazzolarlo regolarmente e questo vale anche per gli animali in parte tosati. Passa la spazzola in contropelo, facendo attenzione che non si incastri in qualche ricciolo, altrimenti il cane sentirà dolore.

Articoli più letti

Vaccinare il cane: ecco cosa c’è da sapere

Non c'è dubbio: i vaccini proteggono il tuo cane da malattie infettive che possono rivelarsi letali. Ma quali sono i vaccini essenziali a cui sottoporre assolutamente il proprio cane? In cosa consiste l'immunizzazione primaria dei cuccioli e quanto spesso bisogna effettuare il richiamo per salvaguardare il cane a lungo termine?

La tosse del cane

Proprio come per l'uomo, la tosse del cane non è una patologia in sé, ma il sintomo di una patologia dell’apparato respiratorio o di altri organi. La tosse del cane può essere anche un riflesso difensivo del corpo, che cerca di espellere dei corpi estranei o altre sostanze irritanti.  A volte la tosse può essere confusa con altri sintomi. Magari il cane sta cercando di vomitare o rigurgitare, ha uno starnuto inverso, si sta strozzando con un boccone oppure ansima in modo pesante. La tosse si distingue in due tipologie: la tosse secca, senza produzione di espettorato (tosse non produttiva), e tosse grassa, con produzione di espettorato (tosse produttiva). Entrambe le tipologie possono avere carattere acuto o cronico.