Il mio cane ha paura di tutto

Cane Abbaraccio

Cosa posso fare per aiutare il mio cane che ha sempre paura?

Come per gli esseri umani, anche tra i cani esistono i tipi temerari e gli amici paurosi, che provano tutto quel che è nuovo con la massima cautela... Diventa problematico quando un cane mostra grande paura o reagisce in modo eccessivo nelle situazioni quotidiane: quando ad esempio un forte rumore, le scale o alcune persone sconvolgono in maniera eccessiva il nostro amico a quattro zampe. Un cane che ha paura di tutto o troppo ansioso non solo complica la vita quotidiana del suo proprietario, ma rende la vita difficile anche a se stesso. In questo articolo ti diamo alcuni consigli su come puoi aiutare quel tenero fifone del tuo cane a diventare un po’ più fiducioso.

Come si manifesta la paura nel cane

Per essere in grado di contrastare questo atteggiamento sin dalle sue fasi iniziali, è utile riconoscere quel che precede la paura, ossia l'incertezza. In questo caso, ad esempio, il cane ha la coda retratta e una postura vigile, con muscoli tesi. Se questa incertezza aumenta, l’animale abbassa chiaramente la testa e la piega, distoglie lo sguardo e ritrae la coda ancora di più. Alcuni cani arrivano anche ad ansimare o a tremare. Attenzione: se un cane ansioso si sente messo all'angolo, data la situazione di emergenza (o ritenuta tale), può arrivare a mordere!

Cosa fa paura al cane

Ci sono molte ragioni per cui il cane ha paura di tutto: brutte esperienze pregresse con le persone, errori a livello di educazioni commessi nelle prime settimane o semplice inclinazione del carattere. Una buona base per avere un amico a quattro zampe fiducioso e sicuro di sé è un inprinting pieno di stimoli diversi. Se un cucciolo fa tante conoscenze e sperimenta molto, tenderà a rimanere aperto alle novità anche in seguito. Ma si può insegnare anche al cane adulto a sviluppare una forte autostima, offrendogli il necessario senso di protezione. Il modo per farlo è semplice: insegnagli piccoli giochi in un ambiente tranquillo, ed elogialo abbondantemente ad ogni passo avanti! A lungo termine, questo tipo di training dà al tuo amico di zampa una buona spinta di fiducia in se stesso e rafforza anche il legame tra voi.

Un cane pauroso ha bisogno di sicurezza da parte tua

Al suo primo segno di paura in situazioni sconosciute, la prima cosa è restare calmi. Se tu come capo del branco non mostri alcuna preoccupazione, il tuo amico a quattro zampe concluderà che il "pericolo" non è così grave. Con i cani che sono ansiosi di natura, può essere d'aiuto essere proattivi anche con le loro piccole incertezze e padroneggiare l’eventuale "situazione pericolosa" insieme. In nessun caso dovresti sgridare il tuo cane quando si trova in situazioni che gli scatenano l'ansia. Ma anche un “conforto” da parte tua molto intenso può essere controproducente: non significa che dovresti ignorare il tuo cane, ma che è meglio parlargli in modo incoraggiante, piuttosto che coccolarlo.

Come posso far passare la paura al mio cane?

Quando ci sono specifici fattori che fanno si che il cane ha paura di tutto, il cibo e gli snack per cani possono diventare tuoi alleati. Il tuo cane ha paura del mixer rumoroso? Accendilo nella stanza accanto prima di dar da mangiare al tuo amico di zampa affamato.

Se ripeti questo esercizio regolarmente, il cane non solo si abituerà al rumore, ma lo assocerà a un'esperienza positiva. Tuttavia, è fondamentale che il cane sia solo insicuro e non terrorizzato, quando lo nutri con questa modalità - quindi inizia un po’ alla volta. Il principio può essere seguito in maniera analoga per tante altre situazioni: sii creativo! Elimina la paura del temporale del tuo fifone a quattro zampe mettendo un CD con i suoni della natura o ascoltando il rumore del temporale su internet insieme a lui.

Se il fattore scatenante della paura è qualcosa che vede, invece, associalo positivamente al cibo: ad esempio, metti un biscottino o un osso da masticare in prossimità dell'oggetto "spaventoso", ad una distanza che il cane riesca a tollerare. Il fatto che debba masticare più a lungo è particolarmente indicato, in questa circostanza, perché così il tuo cane ansioso rimane per più tempo in "modalità relax". Anche giocare nelle immediate vicinanze di qualcosa che provoca ansia può calmare il cane: l’ideale è farlo con un gioco familiare, perché qualsiasi cosa nuova in un simile contesto risulterebbe ancor più irritante. Avvicìnati passo a passo all'oggetto "inquietante" - possono essere necessari giorni o settimane per fare progressi, specialmente con gli animali più anziani. Per questo sii paziente! È anche importante concludere sempre l'esercizio con un'esperienza positiva. Se il tuo cane non osa avvicinarsi all'oggetto in questione, resta fermo con il tuo amico di zampa al guinzaglio finché non si sarà visibilmente calmato. Quindi concedigli uno snack e torna indietro calmo e rilassato.

Un cane pauroso a San Silvestro

Sono molti i cani che hanno problemi con i festeggiamenti di San Silvestro. Si tratta di qualcosa a cui è difficile addestrarlo, ma puoi aiutarlo il tuo amico di zampa ad avere molta meno paura attraverso il tuo esempio calmo e rilassato. È meglio passare la serata con il tuo compagno animale e creare un'atmosfera piacevole, magari puoi distrarlo con un gioco e con alcuni esercizi divertenti. Non dargli da mangiare sino a mezzanotte, di modo che abbia davvero fame e con un po’ di fortuna si dimenticherà la sua paura dei fuochi e dei mortaretti.

Se rimane molto teso, restagli accanto ma sii rilassato. Evita di fissare a lungo il tuo cane ansioso – e non solo a Capodanno – perché essere osservato intensamente potrebbe finire per turbarlo.

Quando è il caso di coinvolgere un esperto?

Se non riesci a fare progressi e il tuo cane rimane estremamente pauroso in determinate situazioni, ha senso riflettere su come evitare in futuro al tuo amico di zampa queste situazioni di stress, se possibile. Altrimenti puoi cercare una buona scuola per l’educazione dei cani, che insieme a te e al tuo quattrozampe possa trovare le soluzioni migliori a questo problema.

I nostri articoli più utili

Il coronavirus nel cane

Il coronavirus nel cane (CCoV) è diffuso in tutto il mondo e colpisce in particolare i cani dei canili e i cuccioli. Rispetto al coronavirus umano, che causa problemi respiratori, il coronavirus canino comporta principalmente disturbi gastrointestinali. Sebbene un'infezione da coronavirus sia spesso lieve, nei cani, nel caso di animali immunodepressi possono verificarsi decorsi molto severi con forme acute di diarrea e anche decessi.

Vaccinare il cane: ecco cosa c’è da sapere

Non c'è dubbio: i vaccini proteggono il tuo cane da malattie infettive che possono rivelarsi letali. Ma quali sono i vaccini essenziali a cui sottoporre assolutamente il proprio cane? In cosa consiste l'immunizzazione primaria dei cuccioli e quanto spesso bisogna effettuare il richiamo per salvaguardare il cane a lungo termine?

Il cane vomita

Ogni padrone si sarà di sicuro trovato di fronte a una situazione del genere, spaventandosi nel vedere il propri cane vomitare improvvisamente. Tuttavia, non c’è bisogno di allarmarsi ogni volta che succede. Può capitare spesso che il cane vomiti e le cause dietro questo problema possono essere molteplici. Se dovesse trattarsi di un episodio isolato, il più delle volte il vomito non rappresenta alcun pericolo per il cane. Se invece il cane vomita spesso e il problema è associato a un peggioramento delle sue condizioni, è necessario rivolgersi a un medico veterinario.