Fare il bagnetto ad un cucciolo This article is verified by a vet

Contenuti verificati da un Veterinario
Scritto da Franziska Gütgemann
Gatto bagnetto

L’arrivo di un cucciolo è veramente una gioia indescrivibile e di solito, all’inizio della nostra nuova amicizia, noi proprietari di cani ci occupiamo soprattutto di temi quali la sua alimentazione, i giochi più divertenti e come impostare la sua educazione. Accade spesso che ci si ponga la questione del primo bagno del cucciolo solo dopo che il nostro giovane amico è già saltato nella classica pozzanghera di fango! Questo articolo vuole fornirti importanti informazioni per rispondere alla domanda se e come fare il bagnetto ad un cucciolo.

La pelle dei cuccioli

La pelle dei cuccioli, essendo il loro organo più esteso, assolve diverse funzioni: regola la temperatura corporea, funge da barriera protettiva contro gli agenti esterni meccanici e fisici e svolge un ruolo importante in quanto organo sensoriale, attraverso la sensazione della pressione, del dolore e del calore. Come si può capire, quindi, la pelle è vitale per i nostri cuccioli, motivo per cui è importante che venga protetta da possibili aggressioni esterne. La pelle del cane è circondata dal cosiddetto strato lipidico. Questi lipidi (ossia grassi) sono costituiti da una estremità polare idrofila (testa) e da una estremità apolare idrofoba (coda), tale per cui la pelle del cane risulta protetta dalla disidratazione e dalle diverse condizioni ambientali.

Posso fare il bagnetto al mio cucciolo?

Contrariamente a noi esseri umani, i cuccioli non devono fare regolarmente il bagno con sapone o shampoo per curare la loro igiene personale. Lo strato lipidico di pelle e pelliccia conferisce ai nostri cuccioli una sorta di sistema di pulizia naturale, per così dire, in quanto le piccole particelle di sporco passano dalla pelle attraverso i peli fino alla superficie della loro pelliccia. Tuttavia, se il nostro cucciolo ha giocato sguazzando nel fango o ha messo sottosopra l’aiuola in giardino, è chiaro che fargli un bagno in alcuni casi diventa inevitabile. Per proteggere la sua pelle, però, è necessario tenere presente che bisogna fare il bagno ai cuccioli il più raramente possibile. Più spesso la protezione lipidica del cucciolo viene attaccata dai prodotti per l’igiene, più facilmente può svilupparsi un'irritazione cutanea. Queste manifestazioni a livello della pelle dell’animale sono caratterizzate in particolare da arrossamento e da un incremento del prurito.

Cane bagno

Il modo giusto di fare il bagno ad un cucciolo

Per fare in modo che il tuo cucciolo sviluppi una percezione positiva dell’esperienza del bagno e non ne abbia paura in futuro, ti consigliamo di prestare attenzione ai seguenti aspetti:

  • Molte vasche da bagno e molte docce hanno una base estremamente liscia su cui il cucciolo può facilmente scivolare. Per evitarlo, puoi usare un tappetino antiscivolo da posizionare prima di fargli il bagno.
  • Sin dal suo ingresso in bagno, è importante che il cucciolo trovi un'atmosfera piacevole. Fare il bagnetto dovrebbe diventare un evento abituale, per lui, ragion per cui prima di iniziare l'atmosfera dovrebbe già essere calma e rilassata. Non dimenticare che anche entrare in bagno e nella vasca può essere premiato con uno snack di incoraggiamento.
  • Per evitare che il tuo cucciolo si scotti o si spaventi a causa dell’acqua troppo fredda, è importante valutare bene prima la temperatura dell'acqua, ad esempio testandola con il dorso della mano.
  • Assicurati di regolare con delicatezza il getto dell’acqua e di tenerlo il più lontano possibile dagli occhi del cucciolo. Questo vale anche per i prodotti di igiene, che possono irritare gli occhi del tuo cane.
  • Comincia dalle zampe e procedi gradualmente verso torace e pancia. In questo modo potrai rimuovere con cura lo sporco sulla parte posteriore del tuo cucciolo e infine lavargli la zona del collo e della testa massaggiandole.

 

Di quali prodotti ho bisogno?

Non sempre è necessario lavare il cucciolo utilizzando prodotti specifici per l’igiene del cane. Spesso è sufficiente eliminare lo sporco dal suo pelo usando le mani e semplice acqua. Quando lavarlo con la sola acqua, e quindi senza utilizzare prodotti, non è sufficiente, ci vengono in aiuto gli shampoo specifici per cuccioli. Si tratta di prodotti particolarmente delicati, più adatti alla pelle sensibile dei cuccioli rispetto ai classici prodotti per la cura del pelo del cane, perché sono caratterizzati da un valore di pH che rispetta la pelle e da componenti non irritanti.

I nostri articoli più utili

Vaccinare il cane: ecco cosa c’è da sapere

Non c'è dubbio: i vaccini proteggono il tuo cane da malattie infettive che possono rivelarsi letali. Ma quali sono i vaccini essenziali a cui sottoporre assolutamente il proprio cane? In cosa consiste l'immunizzazione primaria dei cuccioli e quanto spesso bisogna effettuare il richiamo per salvaguardare il cane a lungo termine?

Insegnare al cucciolo a stare da solo in casa

I cani sono animali dall'indole socievole che provano quindi piacere a stare in compagnia del proprio padrone. Tuttavia, dovrai insegnare al cucciolo a stare da solo in casa: farlo sin dalla giovane età è utile, dato che i cani adulti che mai sono rimasti soli fanno fatica ad abituarsi a questa novità.

Il mio cucciolo morde – che fare?

Cosa posso fare se il mio cucciolo morde continuamente? Va detto che già intorno alle sei settimane di vita anche il cucciolo più carino dispone di 28 denti che può usare efficacemente. Per fortuna con queste sue piccole armi affilate può solo pungere e non provocare ferite. Tuttavia ogni proprietario di cani dovrebbe dedicare molte energie ad insegnare al proprio cucciolo a desistere dal mordere, nonostante si tratti di un istinto. Cosa si può fare, dunque, per impedire al cucciolo di mordere? La maggior parte dei cani quando viene adottata ha già fatto esperienze fondamentali con i fratelli.  Di tanto in tanto si sente dire che l'inibizione del morso è innata e che non è necessario fare alcunché. Tuttavia si tratta di un errore che può avere gravi conseguenze, perché questa capacità del cane è di grande importanza ai fini di una convivenza tranquilla con l’essere umano: aver insegnato al proprio cane a desistere dal mordere previene lesioni pericolose nel caso in cui si verifichi una situazione che dal punto di vista animale possa essere percepita come eccezionale e quindi in qualche modo “a rischio morso”.