Razze canine adatte alla famiglia

Razze canine adatte alla famiglia

Quali sono le razze canine adatte alla famiglia?

Il cane è un fedele compagno di giochi, capace di riportare il sorriso sul viso dei propri padroni. I bambini lo adorano, e quasi tutti vorrebbero avere un proprio amico di zampa.

Tuttavia, è importante osservare alcune regole per fare in modo che la convivenza tra cane e bambino scorra senza problemi. In questo articolo ti spiegheremo quali sono queste regole e quali sono le razze canine più adatte alle famiglie e a vivere insieme ai bambini.

Razze canine più adatte alle famiglie e a vivere insieme ai bambini

Quasi per ogni bambino arriva quel momento in cui si desidera avere un cane tutto per sé. Ma cosa dovrebbero fare i genitori? Dovrebbero realizzare questo loro desiderio? Avere un cane può rappresentare davvero un arricchimento per tutta la famiglia e influenzare positivamente la crescita dei figli. Numerosi studi dimostrano che i bambini cresciuti assieme a un cane sono più equilibrati, socievoli e meno aggressivi di quelli cresciuti senza. Il cane non ha pregiudizi ed è sempre al fianco del bambino, pronto a consolarlo in ogni situazione: per questo il bambino si sente protetto e rafforza la sua sicurezza in se stesso. A differenza dei bambini che non hanno un cane, inoltre, chi ne ha uno passa molto più tempo all'aperto ed è spesso più propenso a fare attività sportiva. Impara inoltre a rispettare i bisogni dell'altro, a non oltrepassare determinati limiti e ad assumersi le proprie responsabilità.

Nostro figlio dovrebbe crescere insieme a un cane?

Avere un cane ha molti aspetti positivi, ma questo non significa che, realizzati i lati positivi, ci si debba recare immediatamente al canile più vicino o in un allevamento per comprarne uno. Quella di prendere un animale domestico è una scelta che va ben ponderata: gli animali non sono giocattoli da regalare al compleanno o a Natale.

È importante che i genitori parlino preventivamente con i propri figli dei cambiamenti che l'arrivo di un cane o di un animale domestico comportano per la famiglia. Il nostro amico a quattro zampe ha bisogno ogni giorno di attenzioni: deve fare movimento all’aperto, deve essere educato con coerenza, e deve essere nutrito con alimenti che si orientino ai suoi bisogni. Deve essere inoltre visitato con regolarità  da un veterinario e deve avere un posticino accogliente in casa, come una cuccia o un kennel, dove potrà starsene tranquillo, lontano dal trambusto familiare. Allevare un cane costa tempo e denaro: per questo è importante che ogni membro della famiglia ne sia consapevole e che tutti condividano il desiderio di accogliere un animale. Non adottare un cane soltanto per far felici i tuoi bambini; è fondamentale che anche tu e il tuo partner siate convinti dei benefici che può portare con sé l’arrivo di questo nuovo componente della famiglia!

Come preparare i bambini all'arrivo di un cane?

Grandi o piccoli che siano, i bambini non riescono a comprendere appieno cosa comporti l'arrivo di un animale domestico; la responsabilità del cane ricadrà quindi soprattutto sui genitori. Tuttavia, anche se il bambino è ancora piccolo, è possibile fargli capire che un cane porterà cambiamenti nella vita familiare e che per allevarlo bisognerà rispettare determinate regole. Anche se pian piano l'entusiasmo per il suo arrivo sciamerà, il cane dovrà comunque continuare a essere portato fuori ogni giorno, a prescindere che fuori piova e si preferisca rimanere a casa sul divano.

Se si ha un cane, è importante organizzarsi bene anche per andare in vacanza, per fare viaggi improvvisati in visita a parenti e amici, o per andare in campeggio. Per questo è fondamentale riflettere su chi, in famiglia, possa essere responsabile in prima persona del cane ed occuparsene. Chi lo porterà a fare la sua passeggiata? Chi si occuperà di dargli da mangiare all'ora a cui è abituato? Chi lo accompagnerà dal veterinario? Chi si occuperà della cura del pelo?

E chi si occuperà di lui quando ti ammalerai o avrai voglia di partire per un viaggio? Se i bambini sono già un po' più grandi, si può già affidare loro qualche compito e magari coinvolgere anche fratelli e sorelle, organizzando dei turni per portare ogni giorno il cane a passeggiare. Più chiaramente si affrontano tutte queste tematiche in anticipo e più armonica sarà la convivenza con il cane.

Le regole per una buona convivenza tra cane e bambino

Per prepararsi bene ad accogliere un cane in famiglia, è importante anche coinvolgere i bambini, spiegando bene loro come comportarsi in compagnia del cane e quali regole seguire nel quotidiano. Il bambino deve imparare che il cane non è un peluche da poter prendere e riporre a proprio piacimento. Il cane è un essere vivente e in quanto tale ha dei bisogni che devono essere rispettati. È nella pratica che, ovviamente, il bambino impara gran parte delle regole di convivenza con un animale, ma è anche possibile sensibilizzarlo in anticipo rispetto a determinate tematiche. A volte può essere utile scrivere le regole assieme alla famiglia e poi appenderle in casa. Disegni e piccoli simboli aiuteranno soprattutto i bambini più piccoli a interiorizzare le regole e a rispettarle.

Razze canine adatte alla famiglia

Qui di seguito trovi una lista alcune importanti regole di base per una buona convivenza tra cane e bambino.

  • Prestare attenzione al linguaggio del corpo del cane

Il cane non può dirci come si sente e di che cosa ha bisogno in un determinato momento. Tuttavia, se lo osserviamo con attenzione, noteremo che la sua postura rivela molto delle sue sensazioni. Ovviamente il bambino non potrà diventare un esperto del linguaggio canino dall'oggi al domani, ma è importante prendersi il tempo per spiegargli ogni tanto ciò che il cane vuole esprimere con il suo comportamento. Se ad esempio scodinzola leggermente con la coda e guarda attentamente il bambino, significa che vuole attenzioni e sarà sicuramente felice di giocare con lui. Se invece si fa piccolo, si piega sulle zampe e mette la coda tra le zampe posteriori, significa che è insicuro e ha paura, ed è meglio lasciarlo in pace. È importante fare attenzione anche quando il cane digrigna i denti o drizza la coda verso l'alto. In tal caso è meglio portare via il cane e separarlo dal bambino.

  • Lasciare il cane in pace quando è nella cuccia

Proprio come ognuno di noi hai bisogno del proprio letto, allo stesso modo il cane ha bisogno di un posto tutto suo all'interno della casa. Può essere la sua cuccia, un angolino tranquillo della casa o, qualora passasse molto tempo all'aperto, anche una cuccia da esterno messa in giardino. Fai capire al bambino che si tratta del "regno" del nostro cane, e che nessun altro membro della famiglia deve disturbarlo. Se il cane si allontana e si mette nella sua cuccia o sulla sua coperta, significa che vuole essere lasciato in pace, ed è importante che il bambino lo comprenda.

  • Non disturbare il cane quando mangia

Il cane ha bisogno di tranquillità anche quando sta mangiando. Fai capire al bambino che non deve trascinarlo via e che non deve mai togliergli la ciotola delle crocchette mentre sta mangiando. Se in quel frangente il cane viene disturbato, percepirà il gesto come un attacco al suo diritto di nutrirsi e, a seconda del suo temperamento, difenderà quel diritto a ogni costo.

Scopri la nostra gamma di alimenti secchi per cani!

  • Non tirare pelo, orecchie e coda del cane

La lunga coda del cane può essere a volte una vera e propria "calamita", soprattutto per i bambini piccoli, e il rischio che venga tirata è di conseguenza elevato. Fai capire al bambino che il cane non è un peluche e che, se viene tirato, trascinato o spinto, si farà male proprio come noi. Il cane non è in grado di parlare e ha bisogno di pelo, orecchie e coda anche per esprimersi. Se queste importanti parti del corpo vengono “attaccate”, il cane può reagire in modo aggressivo. Fai capire al bambino che un cane vuole essere trattato proprio come vorrebbe essere trattato lui. Dopotutto neanche a lui farebbe di certo piacere se qualcuno gli tirasse i capelli o lo spingesse!

  • Non guardare il cane fisso negli occhi

Quando il cane incontra un suo simile e lo guarda fisso negli occhi, senza girare la testa da un'altra parte, è come se volesse dirgli: "Non ho paura di te. Sono io il più forte!". Se anche il bambino dovesse guardare il cane fisso negli occhi, il cane potrebbe percepire il gesto come una sfida o addirittura una minaccia al suo ruolo all'interno della famiglia. Al bambino dovrebbe essere spiegato che dovrebbe evitare di mettersi di fronte a lui fissandolo a lungo restando impassibile.

  • Tenersi alla larga dai denti del cane quando si gioca

È durante il gioco che capita spesso di essere morsi. Il bambino ha magari un bastone in mano, vuole lanciarlo e il cane per sbaglio morde la mano nel tentativo di acchiapparlo.

È importante che il cane impari fin da subito quali sono i suoi confini, e che risponda a comandi come "No!" e "Lascia!". Anche un bambino può imparare a gestire il cane con i comandi, dati in modo chiaro e preciso, o anche con un cenno univoco della mano. Ovviamente si tratta di un'ubbidienza che risulterà piuttosto difficile per cuccioli e cani junior, ed è per questo che è più sicuro se per i primi tempi il bambino si tiene alla larga dai denti del cane.

  • Non sottrarre al cane i suoi giochi

Esattamente come succede ai bambini, nemmeno ai cani piace quando si portano loro via i giochi: questi devono essere tabù per il bambino, proprio come i giochi del bambino devono esserlo per il cane. Se invece accade che il cane afferri con la bocca il pupazzo o il peluche preferito del bambino, è importante che questi non cerchi affatto di toglierglielo di bocca direttamente. Utilizzando il comando "Lascia!", il bambino e l'adulto faranno capire al cane che deve lasciare andare il giocattolo. A volte può essere utile tenere ben in vista uno snack da dare al cane come ricompensa per aver eseguito il comando. Se il cane non ha alcuna intenzione di mollare il giocattolo, è meglio portare il bambino in un'altra stanza e tranquillizzarlo, lasciando stare per un po' cane e giocattolo. Al cane non piacerà essere lasciato solo e ignorato, e probabilmente capirà da sé che, per avere di nuovo l'attenzione che desidera dalla sua famiglia, deve restituire il giocattolo.

  • Giocare con il cane solo in presenza di un adulto

Quest'ultima regola è valida soprattutto per i bambini piccoli. Anche se il cane è molto dolce e paziente, a volte può capitare che il suo temperamento prenda il sopravvento. Non è affatto detto che ciò accada con cattive intenzioni, ma si tratta di episodi che si possono verificare mentre si gioca, quando cane e bambino si fanno prendere dall’euforia e si scatenano insieme.

È quindi importante che ci sia un adulto presente, per far capire al cane di dover prestare la necessaria attenzione e per insegnargli la differenza tra cucciolo e bambino, quest'ultimo meno robusto dei suoi fratellini e delle sorelline della cucciolata. Per una semplice questione di dimensioni, il cane considera il bambino a un livello inferiore o quantomeno al suo stesso livello nella gerarchia familiare, e per questo motivo, non è detto che ascolti necessariamente i suoi comandi.

Per quanto possano dormire tranquilli nella loro culla, anche i neonati non dovrebbero mai essere lasciati soli con il cane. I genitori dovranno sorvergliare entrambi e, anche se credi di conoscere bene il tuo cane, quest’ultimo è e resta sempre un animale, che reagisce di fronte a determinate situazioni o eventi imprevedibili in maniera differente dalle persone.

Quali sono le razze canine adatte alla famiglia e che vanno particolarmente d'accordo con i bambini?

Ci sono razze canine che sono più adatte di altre a vivere in famiglia? Le femmine vanno maggiormente d'accordo con i bambini rispetto ai maschi? Non è possibile dare una risposta univoca a queste domande, perché in fin dei conti ogni cane è diverso dall'altro, a prescindere da razza e sesso, e nella sua vita fa esperienze molto diverse. Ciononostante, nella scelta di un cane per la tua famiglia, puoi fare riferimento a determinati criteri e tratti del temperamento del cane che possono facilitare la convivenza con i bambini e con il resto della famiglia.

Razze canine adatte alla famiglia
  • Il cane deve avere un carattere equilibrato e i nervi saldi. In una casa con bambini regnano chiasso e trambusto. Tuttavia, a prescindere da quanto caotica possa essere a volte la casa, è importante che il cane rimanga tranquillo e mantenga la sua calma interiore. Il cane deve inoltre accettare con tranquillità il fatto che qualche volta tra compiti, cambio dei pannolini e impegni sportivi non riceva le consuete attenzioni da parte della propria famiglia umana.
  • Il cane deve avere una elevata soglia percettiva, ossia tollerare molto bene gli stimoli. Un cane è adatto ai bambini se non è pauroso e non mostra alcun segno di aggressività. A differenza di quanto accada con un single, una famiglia con bambini mette il cane di fronte a molti stimoli: il bambino riceve spesso la visita di molti amici, ogni tanto è chiassoso e vuole giocare, scatenarsi, magari divertirsi sfrecciando sui pattini per il vicinato... Il cane non deve lasciarsi coinvolgere da tutte queste situazioni e dai rumori che ne derivano. Si tratta di un insieme di stimoli a cui il cane non deve assolutamente reagire con paura o aggressività.
  • Il cane non deve avere un bisogno di movimento superiore alla media. La routine quotidiana con i bambini di solito è ben scandita dagli impegni della scuola, dell'asilo, delle lezioni di sport o di musica…A volte non rimane molto tempo da dedicare a lunghe passeggiate, gite nel bosco o sport cinofili. Ovviamente bisogna cercare di conciliare gli impegni familiari con il movimento di cui il cane ha bisogno. Magari mentre il bambino gioca a calcio puoi andare a fare jogging con il cane, oppure puoi sfruttare il percorso quotidiano per andare a scuola, all'asilo o alla scuola di musica per fargli fare una passeggiata. Anche le gite in famiglia del fine settimana dovrebbero essere programmate in modo da permettere al cane di passare quanto più tempo all’aria aperta, facendo parecchio movimento. Ci sono cani che hanno bisogno di correre più ore al giorno, come ad esempio il Siberian Husky e il Leviero Afgano per i quali il movimento è un elemento essenziale per essere felici. Da questo punto di vista si tratta di cani poco adatti a vivere all’interno di una famiglia con dei bambini molto piccoli.
  • La cura del cane non deve essere troppo impegnativa. Spazzolargli il pelo ogni giorno, eliminare i nodi con pettine o forbici, fargli il bagno e pulirgli i lunghi peli del muso dai resti degli alimenti può richiedere davvero molto tempo. Questo vale soprattutto per alcune razze come ad esempio il San Bernardo o il cane da pastore scozzese a pelo lungo (Collie). Si tratta di tempo che di solito scarseggia nelle famiglie con bambini, e per questo motivo la scelta migliore può in alcuni casi essere quella di prendere un cane a pelo corto, che richiederà un impegno minore per la sua cura.

Razze canine adatte alla famiglia e che adorano i bambini

Quali sono le razze che soddisfano i criteri appena elencati e che sono quindi adatte alle famiglie con bambini? Qui di seguito ti presentiamo le 15 razze di cani considerate perfette per la famiglia.

  • Labrador Retriever

Il Labrador Retriever è un cane amichevole, buono e socievole. Ha molta pazienza e si impegna molto per compiacere i propri padroni. È una razza che non tende affatto ad essere aggressiva o nervosa. In quanto cane da riporto, ama giocare al lancio del bastone e scatenarsi nei giochi con i bambini.

  • Golden Retriever

Proprio come il Labrador, anche il Golden Retriever è un cane perfetto per la famiglia. Non c'è affatto da meravigliarsi, perché si tratta di un cane intelligente, tranquillo e paziente. Il suo istinto di guardia e di difesa è molto contenuto, ama la compagnia e resta giocherellone fino a un'età avanzata. Si tratta di un cane amichevole e buono, che non disdegna affatto la presenza di tanti bambini, molte visite di amici e un bel trambusto in casa.

  • Dalmata

Questo cane dal grazioso pelo a macchie è paziente, giocherellone e facile da educare. È inoltre piuttosto facile prendersi cura del suo pelo corto. Si tratta di una vera e propria "star" che non ha conquistato soltanto il pubblico del celebre film, ma anche molte famiglie con bambini.

Leggi il nostro articolo per scoprire altre informazioni sul Dalmata!

  • Boxer Tedesco

È molto difficile far perdere la pazienza a un Boxer Tedesco. Il suo nome può trarre in inganno, perché si tratta invece di un cane estremamente buono e tranquillo. Ama giocare ma, grazie al suo carattere incline all'apprendimento e dalle poche pretese, non avrà problemi se qualche volta gli adulti e i bambini della famiglia non avranno tempo da dedicargli.

  • Beagle

Sia per stazza e sia per carattere, il Beagle è un cane che adora i bambini. Ama la compagnia dei suoi familiari di riferimento, ma è amichevole anche con gli sconosciuti e con gli altri cani. Si trova particolarmente a suo agio nelle famiglie attive.

  • Cane da Pastore scozzese (Collie)

È dai tempi di "Lassie" che il Pastor scozzese è conosciuto come un cane fedele, intelligente e che adora i bambini. Tutti gli esemplari sono facili da addestrare e affezionati alla propria famiglia. In quanto cani da pastore, hanno però un gran bisogno di fare movimento, e il loro istinto da difesa è particolarmente spiccato. Le famiglie disposte ad accettare queste sue caratteristiche troveranno nel Pastore scozzese un compagno buono e fedele, che sarà sempre al loro fianco in qualsiasi situazione.

  • Cavalier King Charles Spaniel

I bambini adorano questo cane dallo sguardo fedele e dalle morbide orecchie pendenti. Si tratta infatti di un amico a quattro zampe dal carattere giocherellone e amichevole, perfetto per la famiglia. Ama stare in compagnia dei suoi padroni ed è perfettamente a suo agio in una casa con molti bambini.

  • Bulldog Inglese

Anche se molte persone trovano difficile crederlo, il Bulldog è un cane straordinario per la famiglia. A differenza di quanto possa trasparire dalle sue rughe profonde e dal suo sguardo a volte cupo, il Bulldog è estremamente buono e amichevole. Neanche le grida e i giochi scatenati dei bambini lo distolgono dalla sua calma.

Razze canine adatte alla famiglia
  • Bovaro del Bernese

Anche il Bovaro del Bernese possiede una calma invidiabile. Si tratta di un cane grande e affascinante, che difficilmente si lascerà impressionare persino dal chiasso di un'orda di bambini dell’asilo. È conosciuto per essere un cane solitamente poco giocherellone, ma proprio per questo motivo ha bisogno di meno attenzioni da parte della famiglia. Per sentirsi a proprio agio gli basterà starsene tranquillo in giardino ad osservare il trambusto familiare.

  • Setter Irlandese Rosso

Il Setter Irlandese Rosso accoglie chiunque fin da subito in modo aperto e amichevole: per questo motivo non è molto adatto a fare il cane da guardia. Si tratta però di una caratteristica che lo rende un cane straordinario per la famiglia, così come la sua fedeltà e la sua particolare inclinazione all'apprendimento. Va detto che il Setter Irlandese Rosso nasce come cane da caccia, per questo è importante che trascorra abbastanza tempo all'aria aperta facendo movimento. Si tratta quindi di un cane adatto a famiglie attive, in grado di soddisfare le sue esigenze fisiche e mentali.

  • Terranova

Va detto che il Terranova non è affatto un cane che richiede poche cure. Tuttavia, sotto tutti gli altri punti di vista, questo grosso orsacchiotto è il cane perfetto per le famiglie con bambini, a patto che si disponga di molto spazio. È un cane che non farebbe male a una mosca e che adora il gioco e le coccole con i suoi padroni. La razza è conosciuta anche per il suo amore per l'acqua e, se in famiglia ci sono dei bambini, il Terranova sviluppa un legame particolarmente profondo con loro.

  • Basset Hound

Il Basset Hound è un cane che ama starsene comodo e tranquillo ma ciò non significa che il trambusto portato dai bambini gli dia sui nervi, anzi! Questo cane apprezza la loro compagnia e si adatta alla vita familiare senza alcun problema. L'importante è che non venga lasciato solo.

  • Border Terrier

Le famiglie attive che passano molto tempo all’aperto, in mezzo alla natura, troveranno nel Border Terrier il loro amico ideale. Si tratta di un cane pieno di entusiasmo, con nervi saldi e un'inesauribile voglia di giocare, capace di far felici grandi e piccini. Tuttavia, si tratta pur sempre di un Terrier e a volte può essere alquanto testardo.

  • Barbone

Affascinante, intelligente, giocherellone e facile da addestrare: il Barbone è un cane ideale per la famiglia. È aperto e amichevole nei confronti dei bambini, che considera dei veri e propri compagni di giochi.

  • Bobtail

Se il dover occuparsi quotidianamente del pelo del proprio cane non rappresenta alcun problema, il Bobtail è un'altra razza ideale per le famiglie. La bellezza di questo cane dal pelo lungo e folto è accompagnata da un carattere coccolone, che ben si accorda con i bambini. Tuttavia, si tratta di un cane che ha bisogno tanto di coccole quanto di movimento.

A cos'altro fare attenzione quando si acquista un cane per la famiglia

La scelta del futuro cane per la famiglia non deve ovviamente orientarsi soltanto verso cani di razza, sebbene chi acquista un cucciolo in un allevamento affidabile, che ha a cuore la socializzazione e l'equilibrio caratteriale del cane, ha ottime probabilità che questo si integri senza problemi nella famiglia e che diventi un compagno buono e fedele. I cani più in là con l'età presi al canile e i meticci possono invece riservare delle sorprese. Se possibile, in tal caso, è importante informarsi bene sulla provenienza e sul passato del cane. Si conoscono i suoi genitori? In quali circostanze è nato il cucciolo? E come ha trascorso le prime settimane o i primi anni di vita? Si tratta di un cane adottato all'estero? Ci sono forse state esperienze negative a contatto con i bambini? Come mai il cane è finito in un canile? Sono domande a cui non sempre è possibile rispondere in modo esaustivo.

Se si tratta del tuo primo cane e non hai ancora molta esperienza nell'educazione cinofila, è importante rifletterci bene prima di acquistarne uno. Se nella tua famiglia ci sono dei bambini, è probabile che tu non disponga del tempo necessario a rieducare un cane che magari ha dei problemi o ha subìto dei traumi. Essendp responsabile dei tuoi bambini, è importante che ti assicuri che questi vadano d’accordo con il cane, di modo che entrambi possano godere appieno del tempo passato assieme.

I nostri articoli più utili

I segnali che dimostrano che il mio cane mi vuole bene

Il mio cane mi vuole bene? Quando amiamo qualcuno, naturalmente desideriamo che quel qualcuno nutra per noi gli stessi sentimenti che proviamo per lui. Quindi anche nei nostri animali vogliamo leggere quei segnali, che ci permettono di capire che ci hanno a cuore tanto quanto noi abbiamo a cuore loro. Tuttavia i cani hanno modi diversi di mostrare il loro amore e non potendo usare le parole per dire "ti voglio bene", trovano altri modi molto teneri per mostrarci il loro affetto. Riconoscere questi segnali è più facile di quanto sembri poiché la capacità di comprendere il linguaggio dei nostri amati cani si cela nell'istinto di ognuno di noi.

I segnali che dimostrano che il cane è felice

"Come faccio a capire che il mio cane sta bene?", "Come posso essere sicuro che nel mio rapporto con lui agisco correttamente e che con me ha una bella vita che lo rende felice?". Queste sono domande che i padroni dei cani si pongono spesso. Le probabilità che il cane sia felice sono molto alte, soprattutto se lo tieni in movimento ed è in salute. Questo risultato lo otterrai non solo trascorrendo almeno qualche ora al giorno giocando con il cane, ma anche nutrendolo nella maniera adeguata. Sotto questo aspetto, non ci stancheremo mai di sottolinearlo, una corretta alimentazione del cane è assolutamente determinante per la sua salute fisica e mentale e, di conseguenza, per il suo stato d’animo. Infine una spiegazione conclusiva in merito alla felicità del tuo animale è data anche dal quadro ormonale.

Il cane può dormire nel letto?

È difficile trovare una risposta univoca a questa domanda. La questione è parecchio dibattuta e i pareri sono contrastanti. Probabilmente le argomentazioni a sfavore di quest'abitudine pesano abbastanza. Ti mostriamo alcuni pro e contro per aiutarti a decidere se lasciar dormire il tuo cane con te oppure no, certi che il rapporto con il tuo cane rimarrà splendido in ogni caso!