Cuccioli al sicuro

Cuccioli al sicuro

Cuccioli al sicuro

Per un cucciolo curioso, ogni giorno è una scoperta.

Esplorando il mondo sulle loro zampette, però, questi piccoli pionieri spensierati sono circondati da una serie di pericoli. Non preoccuparti: con i seguenti consigli potrai rendere più sicuro l’ambiente per il tuo cucciolo.

 

Un appartamento a prova di cucciolo

Il primo posto da scoprire per un cucciolo è proprio la nuova casa. Fai attenzione quindi a non avere nulla in giro che il tuo cucciolo possa ingerire, non solo sul pavimento, ma su tutte le superfici che potrebbe raggiungere facilmente: tavolini, poltrone, comodini… I cani curiosi non si fermano neppure davanti ai posacenere con i resti di tabacco, o agli utensili da cucito come aghi e forbici. Anche un semplice filo di lana, se ingerito, può provocare un intreccio letale nello stomaco del cane. Altrettanto pericolosi sono gli oggetti appuntiti, come ad esempio le viti. Con il suo musetto potrebbe scontrare e far cadere un bicchiere di vino lasciato in giro: sia i pezzi di vetro, sia l’alcol sono un pericolo per lui! Ti consigliamo anche di tenere lontani dal tuo cucciolo alcuni oggetti come le tue scarpe di pelle preferite: riponile nell’armadio se non vuoi che le scambi per un gustoso snack da masticare. A proposito di armadi: i più astuti esploratori imparano presto ad aprire le ante dei mobili. Se il tuo cucciolo fa parte di questa categoria, riponi nei ripiani più alti gli oggetti pericolosi o chiudi a chiave gli armadi.

È importante che il cucciolo non possa raggiungere i cavi elettrici, per non rischiare di mordicchiarli. Attento che il tuo cane non sia nei paraggi quando assumi delle medicine: è già successo che alcuni cani ingerissero una pastiglia appena caduta con un’incredibile rapidità. Attenzione anche alla lavastoviglie: con i suoi odori di cibo risulta irresistibile al suo olfatto. Fai in modo che il tuo cucciolo non vi possa accedere, per evitare che lecchi qualcosa di tagliente come un coltello. Oltre ad essere poco igienico, costituisce un grande rischio per il cane.

Soprattutto durante la fase di dentizione, alcuni cuccioli sono soliti rosicchiare il legno, di cui fanno gran scorta sia in casa, sia all'esterno. Se anche il tuo cane sembra avere questa abitudine, dovrai rimuovere i piccoli oggetti in legno che potrebbe trovare in giro, quasi sempre trattati con sostanze tossiche. Anche nella scelta dei giochi da mordere, assicurati che siano di buona qualità e di lasciarli nei pressi del tuo cucciolo in modo che scelga quelli quando ha voglia di giocare.

Se la tua casa si sviluppa su più piani, il tuo piccolo amico peloso non deve assolutamente fare su e giù per le scale in continuazione. Molti esperti consigliano di non far utilizzare le scale al cucciolo per tutto il primo anno di vita, bensì di portarlo in braccio fino a quando il suo apparato motorio non sarà completamente sviluppato. In ogni caso, vanno evitate le scale scivolose e all'aperto, su cui il cucciolo potrebbe scivolare e cadere. In base alla pianta della casa, esistono diverse possibilità per mettere in sicurezza le scale, come ad esempio i cancelletti per cani. Se il tuo cane non è di taglia piccola, puoi utilizzare anche quelli che si per bambini. Se devi mettere in sicurezza molte stanze, è meglio concedere al cucciolo l’accesso solo ad alcune di esse. Se lasci le porte aperte, usa i ferma porta che impediscono alle porte di sbattere a ogni corrente d’aria schiacciando le zampette del cucciolo.

Nel verde in tranquillità

Se il tuo cucciolo ha libero accesso al giardino, devi fare molta attenzione a eventuali buchi nel recinto: ispezionalo con “occhi da cucciolo” e pensa a dove andresti ad infilarti se fossi una piccola palla di pelo. Già che ci sei, controlla anche che non vi siano fonti di pericolo: filo spinato, corde allentate, o cataste di legna che potrebbero cadere. Documentati su quali sono le piante velenose per i cani e rimuovile, se ce ne fossero in giardino o rendile inaccessibili per il cane. Tra le piante velenose vi sono anche le seguenti piante erbacee: ciclamino, azalea, begonia, spinacristi, dieffenbachia, edera, potos, tasso, spatafillo, anturio, calancola, geranio, ficus, clivia, ciliegia di Gerusalemme, campanellina, tulipano, narciso trombone, mughetto, oleandro e la stella di Natale. E questi sono solo alcuni! Per questo è importante controllare se le piante a cui il cucciolo può arrivare sono pericolose oppure no. Se non puoi rimuovere le piante velenose dall’appartamento o dal giardino, tieni sempre sotto controllo il tuo cucciolo quando si trova nei pressi di queste piante, per riuscire ad intervenire in tempo.

Anche all’aria aperta possono celarsi delle fonti di pericolo di intossicazione o avvelenamento, come i prodotti per l’eliminazione delle erbacce, gli antiparassitari o alcuni concimi per le piante. Leggi sempre attentamente le indicazioni riportate sulla confezione prima di utilizzare queste sostanze in giardino e non lasciare che il tuo cane si avvicini ad esse senza essere sorvegliato. Generalmente se queste sostanze chimiche vengono usate nel modo appropriato non costituiscono un grave pericolo per il cane, poiché, ad esempio nel caso dell’antiparassitario spruzzato sulle piante o delle sostanze antilumaca sparse sul terreno, le quantità non sono tali da provocare conseguenze spiacevoli.

Altri rischi di intossicazione

La prima regola da imparare è resistere agli occhioni dolci del tuo cucciolo quando stai mangiando. È meglio evitare sin da subito di dargli qualche boccone dal proprio piatto, poiché questi sono troppo saporiti per lui e, alla lunga, anche dannosi per la salute. Ci sono alimenti ideali per noi, ma che possono danneggiare lo stomaco del cane, o addirittura il sistema nervoso o la circolazione. Meglio prevenire il problema e togliere dalla sua portata i generi alimentari per umani. Un cucciolo non sorvegliato infatti probabilmente divorerebbe senza farsi alcuno scrupolo tutto ciò che trova e che gli sembra appetitoso. Una tavoletta di cioccolata dimenticata sul tavolino in salotto potrebbe causare gravissime conseguenze. Oltre a cacao e cioccolata, che contengono la teobromina (velenosa per cani e gatti) tra gli alimenti nocivi per il cane vi sono l’avocado, le prugne, (pericolose per il loro nocciolo), le cipolle e grandi quantità di uva e uva passa. Inoltre l’alcol e il caffè, così come il tè verde o nero, possono creare gravi danni al sistema nervoso del tuo amico a quattro zampe. Tutti sanno che le sostanze chimiche presenti nei detergenti sono velenose per i cani. Eppure i casi di avvelenamento sono frequenti, perché i cuccioli curiosi arrivano ai contenitori che non sono stati riposti al sicuro. Una sostanza particolarmente problematica è l’antigelo, che oltre ad essere estremamente velenoso, ha anche un gusto molto gradevole per i cani. Solo alcune gocce trovate in garage possono essere letali. I sintomi di un avvelenamento compaiono circa 30 minuti dopo l’assunzione: il cane diventa nervoso e successivamente sempre più apatico. Se invece una di queste sostanze entra in contatto con gli occhi del cane, è importante conservare la lucidità e gestire la situazione in modo ragionevole. Con l’antigelo è fondamentale agire velocemente. Non perdere tempo e raggiungi il veterinario più in fretta che puoi per avere più possibilità di risolvere il problema. Se il cane ha rubato un piccolo pezzo di cioccolata, tienilo sotto controllo e se è il caso contatta il veterinario e informalo sulla quantità presumibilmente ingerita e il peso del cucciolo. Se il cioccolato è bianco invece puoi stare tranquillo: non è sano, ma neanche velenoso.

Minimizzare i rischi anche fuori casa

Non fare affidamento sul fatto che i cani adulti non aggredirebbero i cuccioli: infatti purtroppo non è sempre così. Quando tu e il tuo cucciolo incontrate un altro cane, domanda al suo padrone se il suo animale va d’accordo con i cuccioli, mantenendo sempre una distanza di sicurezza. Se c’è anche il minimo dubbio, non correre questo rischio e allontanati con il tuo cucciolo. Insegnagli subito che non si mangia ciò che si trova per terra, per minimizzare il rischio che durante le passeggiate possa ingerire qualcosa di pericoloso o addirittura un veleno come un’esca per topi.

Durante i giorni più caldi tieni a mente che la testa del tuo cane, al contrario della nostra, non suda. Perciò il rischio di un’insolazione si presenta anche in caso di temperature non molto elevate, ad esempio in macchina con il condizionatore acceso, se la testa del cane è troppo esposta al calore del sole. Da padrone responsabile, fai in modo che il tuo cane sia sempre protetto e non portarlo in giro in pieno sole. Un’insolazione può avere conseguenze gravissime o addirittura letali. Altrettanto pericoloso è il colpo di calore in caso di temperature elevate, ad esempio lasciando il cane nell’auto parcheggiata, anche se per un breve periodo di tempo.

Anche in inverno possono presentarsi dei pericoli, ma con le giuste accortezze si possono tranquillamente evitare. Il sale antigelo, ad esempio, può essere molto doloroso per le sue zampe. Perciò, se possibile, evita i tratti in cui potresti trovare del sale. Proteggi le zampe del tuo cucciolo con una crema protettiva, o con delle scarpe per cani. Quando scende il buio, non rinunciare alla vostra passeggiata: fagli indossare un collare o un guinzaglio catarifrangente o una luce di sicurezza. In questo modo sarà ben visibile anche da lontano sia a te, sia ad automobili e biciclette.

Ti consigliamo di pensare alle misure di sicurezza già prima dell’arrivo del tuo cucciolo, così potrai goderti i vostri primi periodi insieme senza preoccupazioni. Ti auguriamo un periodo indimenticabile insieme al tuo nuovo amico!

I nostri articoli più utili

I segnali che dimostrano che il mio cane mi vuole bene

Il mio cane mi vuole bene? Quando amiamo qualcuno, naturalmente desideriamo che quel qualcuno nutra per noi gli stessi sentimenti che proviamo per lui. Quindi anche nei nostri animali vogliamo leggere quei segnali, che ci permettono di capire che ci hanno a cuore tanto quanto noi abbiamo a cuore loro. Tuttavia i cani hanno modi diversi di mostrare il loro amore e non potendo usare le parole per dire "ti voglio bene", trovano altri modi molto teneri per mostrarci il loro affetto. Riconoscere questi segnali è più facile di quanto sembri poiché la capacità di comprendere il linguaggio dei nostri amati cani si cela nell'istinto di ognuno di noi.

I segnali che dimostrano che il cane è felice

"Come faccio a capire che il mio cane sta bene?", "Come posso essere sicuro che nel mio rapporto con lui agisco correttamente e che con me ha una bella vita che lo rende felice?". Queste sono domande che i padroni dei cani si pongono spesso. Le probabilità che il cane sia felice sono molto alte, soprattutto se lo tieni in movimento ed è in salute. Questo risultato lo otterrai non solo trascorrendo almeno qualche ora al giorno giocando con il cane, ma anche nutrendolo nella maniera adeguata. Sotto questo aspetto, non ci stancheremo mai di sottolinearlo, una corretta alimentazione del cane è assolutamente determinante per la sua salute fisica e mentale e, di conseguenza, per il suo stato d’animo. Infine una spiegazione conclusiva in merito alla felicità del tuo animale è data anche dal quadro ormonale.

Il cane può dormire nel letto?

È difficile trovare una risposta univoca a questa domanda. La questione è parecchio dibattuta e i pareri sono contrastanti. Probabilmente le argomentazioni a sfavore di quest'abitudine pesano abbastanza. Ti mostriamo alcuni pro e contro per aiutarti a decidere se lasciar dormire il tuo cane con te oppure no, certi che il rapporto con il tuo cane rimarrà splendido in ogni caso!