Il periodo della muta degli uccelli

Il periodo della muta degli uccelli

Ecco come possiamo aiutare i nostri volatili

Come l’uomo d’inverno indossa abiti invernali, pesanti e caldi, e d’estate tira fuori dall’armadio i vestiti estivi leggeri e freschi, così anche gli uccelli cambiano il loro piumaggio. Ma purtroppo questo cambiamento spesso non è così semplice come il nostro cambio dell’armadio… 
Per gli uccelli la muta è molto gravosa: mentre abbandonano le piume vecchie, parallelamente devono svilupparne di nuove. Durante la muta molti uccelli hanno un aspetto arruffato e acciaccato, e le risorse accumulate prima della muta non sempre sono sufficienti per la creazione di un piumaggio completamente nuovo. Quindi non soltanto gli uccelli anziani e malati, ma tutti i volatili dovrebbero essere supportati in modo mirato durante la muta! 

Come aiutarli

  • Con alimenti di base di qualità la muta degli uccelli diventerà più semplice. A seconda del tipo di volatile, l’attenzione per il cibo deve essere diversa: per esempio un canarino ha bisogno di alimenti di base diversi rispetto a un pappagallo. 
  • Supplementi alimentari speciali come la frutta e la verdura fresche forniscono un ulteriore sostegno ai volatili. A seconda della specie, l’animale però deve ricevere soltanto una determinata quantità di frutta fresca e bisogna cambiarne il tipo ogni giorno. Forse così scoprirai anche una nuova leccornia con cui alimentarlo! 
  • Il cetriolo, il farro, il miglio, l’avena e il frumento sono ricchi di acido silicico e assicurano agli uccelli un piumaggio nuovo lucente e setoso. Il panico giallo può essere semplicemente fissato alla gabbia con una molletta per la biancheria e serve al tuo amico piumato come gioco e come nutrimento. Anche i volatili più smagriti e privi di appetito si convincono facilmente a piluccare… I chicchi di frumento sono molto duri e così vengono assunti molto volentieri dai piccoli uccelli ornamentali. Un’alternativa può essere rappresentata dal frumento rinvenuto o germogliato che oltre all’acido silicico è una preziosa fonte di amminoacidi contenenti zolfo che favoriscono la cheratinizzazione. 

Nel nostro negozio per animali troverai tutto l'occorrente per il tuo volatile!

Related articles
Related products

Most read articles

Convivenza di cane e gatto: può funzionare?

“Sono cane e gatto”: chi sente questo modo di dire, suppone che cane e gatto non siano esattamente buoni amici. Ma cosa c’è di vero nella leggenda che li vuole nemici giurati? Dove sta il malinteso? È possibile che cane e gatto vivano nella stessa casa e siano felici?  

Ciclidi

Tra i pesci ornamentali che sono arrivati nei nostri acquari dalle zone tropicali e subtropicali, ci sono anche molti membri della grande e multiforme famiglia dei Ciclidi.

Golden Retriever

Origine Il Golden Retriever è storicamente una razza recente. Le sue origini risalgono all’Inghilterra del XIX secolo. Lord of Tweedmouth, considerato il padre della razza, incrociò Nous, un esemplare maschio di Retriever giallo dal mantello ondulato, con Belle, una Tweed Waterspaniel. Da questo accoppiamento nacquero dei cuccioli di Golden Retriever così come li conosciamo oggi. Il Kennel Club fondato nel 1873 riconobbe la razza nel 1913. In breve tempo il Golden Retriever divenne famoso. Oggigiorno appartiene alle razze canine più amate e diffuse.   Carattere Uno dei caratteri distintivi del Golden Retriever è la sua spiccata attitudine a cercare l’approvazione del padrone. Ciò si manifesta nella sua innata gioia nell’apprendere che lo rende adatto a svariati ambiti di attività. Oltre ad essere impiegato nella caccia alla selvaggina, in virtù della sua straordinaria attitudine al riporto, il Golden Retriever trova impiego anche come cane da guida per ciechi, cane da salvataggio e da traccia. È un animale davvero versatile per la sua spiccata intelligenza e la sua straordinaria capacità di ubbidienza. Il Golden Retriever è amatissimo come cane da famiglia: ama i bambini, è molto affezionato al suo padrone e non è aggressivo.   Cura e benessere dell’animale Ogni Golden Retriever dovrebbe ricevere un’accoglienza calorosa appena arrivato in casa. Questa razza ha bisogno di molto movimento. Da adulto può seguire il suo padrone durante le gite in bicicletta; inoltre ama nuotare e i giochi di lancio e riporto. Per questo motivo è importante occupare il tempo l’animale con tante attività. Questa razza risulta essere resistente a tutte le condizioni atmosferiche ad eccezione del caldo, che non sopporta bene. Il suo bellissimo pelo ha bisogno di poche cure: è sufficiente spazzolarlo regolarmente. Solo nel periodo della muta, quando il Golden Retriever perde il suo sottopelo, sono necessarie maggiori attenzioni.   Aspetto Il Golden Retriever appartiene alle razze di taglia medio-grande. Ha una corporatura armoniosa; i maschi di questa razza hanno un’altezza al garrese che può arrivare a 61 cm, mentre le femmine sono più piccole, con un’altezza al garrese che può oscillare tra i 51 e 56 cm. Il mantello del Golden Retriever è aderente e lascia riconoscere le forme del corpo, è impermeabile, folto e può essere sia piatto che ondulato. Il sottopelo è folto e ben sviluppato. Il colore tipico del mantello può variare dal dorato al crema. È ammesso qualche pelo bianco sul petto.   Su zooplus puoi trovare i cibi specifici per il tuo Golden Retriever!