08 gennaio 2018

Perchè gli uccelli ornamentali vanno adottati in coppia

Perchè gli uccelli ornamentali vanno adottati in coppia

Cocorite, canarini & Co. sono animali domestici, che danno grandi soddisfazioni e quindi non vengono adottati soltanto da chi ha poco spazio e poco tempo, ma anche da chi non vuole rinunciare alla compagnia di un animale. Tuttavia va chiarito che questo tipo di uccelli dovrebbe essere allevato in coppia!

A quali conseguenze può portare allevare un uccello in solitudine?

Ormai l’immagine del canarino che canta da solo nella sua gabbia o del pappagallo parlante sul suo posatoio è superata: si è maturata la consapevolezza che gli uccelli siano animali che in natura volano in stormi e che anche quando sono sotto la protezione dell’uomo, preferiscano stare anche in compagnia dei loro simili, con cui possono giocare, mangiare e curare la reciproca igiene, tutte esperienze nelle quali l’uomo, pur allevandoli con cura e attenzione, non può sostituire l’animale. Ciononostante molti uccelli d’appartamento trascorrono la loro vita non soltanto in uno spazio molto ristretto, ma anche soli soletti…

Ma allevare un uccello in solitudine non presenta alcun vantaggio. Gli animali che vivono da soli col tempo presentano disturbi psicologici, si isolano e diventano sterili e, contrariamente a quanto comunemente si pensi, non diventano più docili. Il gioco aggressivo del volatile “vivace” con specchietto e ciotola è un comportamento deviato del rituale del corteggiamento.

Se pensi di adottare una coppia di uccelli, dovrai innanzitutto rispondere alle loro esigenze di spazio con un'ampia voliera per pappagalli.

Che cosa bisogna considerare quando si acquista un compagno di gabbia per il proprio volatile?

Il miglior rimedio per la solitudine è un adottare un secondo volatile. Se fatto abituare al nuovo coinquilino con calma e cautela, anche il volatile che vive da solo da anni, rifiorirà! Il nuovo arrivato deve essere della stessa specie del primo, se il nuovo compagno ha la stessa età e lo stesso sesso del primo inquilino, i possibili conflitti tra i due saranno ridotti al minimo.

Accanto agli uccelli ornamentali della stessa specie, è possibile tenerne anche di diverse. Attenzione però: non tutte le tipologie vanno d’accordo l’una con l’altra. Per esempio è molto importante tenere in considerazione anche la taglia del volatile. Se ci fossero dei litigi i più piccoli potrebbero rimanere severamente feriti. La gabbia poi dovrebbe essere anche abbastanza grande in modo tale da garantire ogni tanto anche momenti di solitudine. Quindi, prima di acquistare un uccello ornamentale, dovrai informarti approfonditamente.

È importante prevedere un lungo periodo di adattamento; la convivenza sarà più facile in una gabbia nuova e possibilmente anche più grande della prima, perché nessuno dei due avrà il vantaggio di essere a casa propria! Dopo alcuni giorni in gabbie separate, potrà iniziare la convivenza, cioè il primo passo verso una vita felice insieme!

Qualche gioco per uccelli renderà sicuramente piacevole ad entrambi la permanenza nella gabbia!

Articoli simili
Related products

Articoli più letti

I parassiti nel cane: zecche e pulci

Le zecche e le pulci sono parassiti che possono colpire il cane, nutrendosi del suo sangue. Nel seguente articolo troverai tutto quello che c’è da sapere su zecche e pulci nei cani.

I parassiti nel gatto: zecche e pulci

Le zecche e le pulci sono piccoli insetti fastidiosi che si nutrono del sangue dei gatti e possono anche causare malattie gravi. Nel seguente articolo scoprirai tutto quello che c’è da sapere su zecche e pulci nei gatti.

Un giardino per il tuo gatto

Se i preventivi dei costi per la costruzione di una recinzione per il tuo giardino ti sembrano troppo alti, puoi prendere in mano la situazione e occupartene tu stesso: ti costerà un po’ in termini di tempo, ma risparmierai un sacco di soldi!

Se invece disponi di poco spazio, dovrai far bastare al tuo gatto una semplice rete di protezione. Scopri qui come installarla.