08 gennaio 2018

Complementi alimentari per gatti

complementi alimentari per gatti

In una scatoletta di cibo per gatti c’è tutto ciò di cui il tuo animale ha bisogno. Oppure no?

A seconda dell’età, della costituzione ed eventualmente dello stato di salute, alcuni gatti necessitano di sostanze nutritive supplementari, in forma di integratori alimentari. Questo piccolo vademecum dedicato dovrebbe aiutarti a trovare la corretta composizione di nutrienti per il tuo gatto e a scegliere gli integratori adatti. 

Un gatto complessivamente in salute necessita di un mix di vitamine e sostanze nutritive e la loro speciale composizione, di seguito riportata, e' molto importante. 

Le vitamine

La Vitamina A e' indispensabile per occhi, pelle e pelo. Una carenza di vitamina A può causare disturbi oculari e problemi dermatologici di vario tipo, ma anche un eccesso può essere pericoloso: può infatti determinare alterazioni scheletriche e disturbi della crescita. Un gatto adulto di 3 kg ha bisogno di circa 300 UI (Unità internazionale) di vitamina A al giorno. 

La Vitamina D e' importante per intestino, ossa, reni, ghiandole mammarie, utero e per mantenere bilanciato calcio e fosfato. Un’assunzione eccessiva può determinare sclerosi dei vasi sanguigni, mentre la carenza di vitamina D porta al rachitismo. I gatti d’appartamento spesso soffrono di carenze di questa vitamina, mentre i randagi la sintetizzano a partire dalla vitamina D3 con l’aiuto dei raggi solari. 

La Vitamina E come la vitamina A è liposolubile, protegge i grassi e i lipidi corporei dai radicali liberi e per questo è anche un cosiddetto antiossidante. Un gatto adulto ha bisongo di circa 2 mg di vitamina E al giorno, valore che aumenta per le gatte in gravidanza e per i cuccioli. 

La Vitamina C può essere sintetizzata direttamente dall’organismo del gatto, ma, per via delle sue modeste quantità, deve essere comunque integrata con la dieta. Assumere da 100 a 300 mg di vitamina C aiuta il sistema immunitario ed è molto importante soprattutto in caso di stress, malattie o età avanzata. 

Guarda tutti gli integratori a base di vitamine qui.

I minerali

Essi sono sostanze nutritive in forma di ioni o di legami inorganici essenziali per l’organismo del gatto. Una carenza di minerali può provocare disturbi anche gravi. 

Importantissimo è per esempio il corretto rapporto tra calcio e fosforo, che, per un’ottimale rigenerazione ossea dovrebbe collocarsi tra 1,2 e 1. 

Sodio, cloro e calcio coordinano l’equilibrio dei liquidi presenti nell’organismo e l’assunzione delle sostanze nutritive. 

Le proteine pur non essendo minerali, sono fondamentali per l’alimentazione del gatto: i nostri amici felini ne hanno bisogno in gran quantità! 

Amminoacidi come la taurina sono componenti delle proteine. La taurina è particolarmente importante per i gatti in quanto il loro organismo non la produce: è responsabile dei collegamenti neuronali e regola il ritmo cardiaco. Non si può parlare dell’eventualità di un sovradosaggio, poiché l’eccesso viene eliminato immediatamente. Al contrario una carenza può causare cecità e portare a disturbi del sistema immunitario o all’atrofizzazione del muscolo cardiaco. Si consiglia di far assumere giornalmente al proprio gatto una quantità di taurina compresa tra 100 e 200 mg. 

In conclusione

Non sempre i cibi per gatti contengono quantità insufficienti di nutrienti, anche se solitamente gli alimenti di qualità apportano quantità corrette di tutti i nutrienti essenziali. Occorre tuttavia prestare attenzione alle indicazioni presenti sull’etichetta per esser certi di somministrare al proprio amico di zampa un alimento ricco e bilanciato, soprattutto in base alle sue esigenze di salute o dovute all'età. Dopo la sterilizzazione, ad esempio, dovrai somministrargli un alimento per gatti castrati, per prevenire l'aumento di peso tipico di questa condizione.

Per i gatti dal pelo lungo, come il Maine Coon o il Norvegese delle Foreste, un cibo contro i boli di pelo sarà ideale per le sue esigenze.

Articoli più letti

I parassiti nel cane: zecche e pulci

Le zecche e le pulci sono parassiti che possono colpire il cane, nutrendosi del suo sangue. Nel seguente articolo troverai tutto quello che c’è da sapere su zecche e pulci nei cani.

I parassiti nel gatto: zecche e pulci

Le zecche e le pulci sono piccoli insetti fastidiosi che si nutrono del sangue dei gatti e possono anche causare malattie gravi. Nel seguente articolo scoprirai tutto quello che c’è da sapere su zecche e pulci nei gatti.

Un giardino per il tuo gatto

Se i preventivi dei costi per la costruzione di una recinzione per il tuo giardino ti sembrano troppo alti, puoi prendere in mano la situazione e occupartene tu stesso: ti costerà un po’ in termini di tempo, ma risparmierai un sacco di soldi!

Se invece disponi di poco spazio, dovrai far bastare al tuo gatto una semplice rete di protezione. Scopri qui come installarla.